Venerdì “14”, Jason alle prese con una Stampante 3D

Screenshot 2014-02-03 23.52.27Tra le tante pubblicità del Superbolw ce n’era anche una di Radio Shack, una catena di negozi americana che andava alla grande negli Anni ’80 perché offriva tutti i piccoli componenti per costruirsi in casa oggetti elettrici ed elettronici. Negli Anni ’90 e 2.000 con l’avvento dei cellulari e della Apple, RadioShack è diventata vecchia, noiosa e triste. Eppure non è scomparsa perché alla fine tutti abbiamo sempre bisogno di cavi, cacciavite, batterie e fusibili.

Ora, con l’avvento della stampa 3D e la rivoluzione creativa che ne consegue, la catena vede un nuovo potenziale e un orizzonta più roseo così, mescolando un’icona degli Anni ’80 come Jason di Venerdì 13 e una stampante 3D Afinia, che ha iniziato ad offrire nei suoi punti vendita, ha creato la sua pubblicità per il Superbowl, mescolando passato e futuro.

A dire il vero la pubblicità e un po’ triste e non così divertente… anche se l’idea che un omicida folle possa duplicare le tue chiavi stampandole in 3D non è da prendere troppo sotto gamba. L’aspetto che più colpisce è che a un certo punto il commesso di Radioshack racconta come le stampanti 3D si usino per replicare componenti automobilistici, giocattoli e persino ossa, il che dimostra se non altro che il team dietro alla sceneggiature dello spot è più che ferrato sull’argomento. Speriamo che sia un buon segno. Di certo Jason è stato usato per simboleggiare una paure recondita della gente – quella di esprimere la propria creatività – che alla fine non è poi così terrificante. E questo vale anche per i milioni nel mondo che guardano la finale del campionato NFL e tutte le sue pubblicità.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s