Nel paese dei balocchi stampati in 3D

“Toys, toys, toys — we love them, we love them”. Sembra un po’ una canzone di Lady Gaga (o di Sabrina Salerno, per chi se la ricorda), ma in effetti è vero: tutti amano i giocattoli. E molti all’interno del mondo della stampa 3D vedono proprio nei giocattoli il primo grande mercato di massa rivolto ai consumer. Se volete un posto in prima fila nel settore dei giochi scaricabili e stampabili in 3D, potete vendere e acquistare modelli su ToyFabb, un nuovo sito in inglese e tedesco che ne offre un vasto assortimento.

10352787_278906985619993_5078421995098586040_nI motivi per cui proprio i giocattoli sono considerati fondamentali per fare sì che le stampanti 3D entrino nelle case dei consumatori sono molteplici. Il primo è che gli oggetti attualmente stampabili dalla maggior parte di loro non sono altro che “giochini”. La seconda è legata alla comprensione del fatto che la stampa 3D è una tecnologia che sarà pienamente capita solo da coloro che sono nati con lei (come è stato Internet per i nati negli anni 90), e che coloro che sono nati con lei (o che lo saranno presto) vorranno prima di tutto giocattoli.

3D Systems ha fatto dei toys una priorità per la sua rete Cubify, mentre Makielab ha sviluppato un modello di business di grande successo intorno alla progettazione interattiva e stampa 3D di giocattoli. Molte grandi aziende, come Lego, Mattel e Hasbro sono a loro volta focalizzate sulla stampa 3D, dopo che per anni ne hanno utilizzato la tecnologia nella creazione dei prototipi. Tuttavia, non hanno ancora aperto alla vendita di modelli digitali, soprattutto per il problema della violazione del copyright.

Comunque, fino a oggi non è mai esistito un marketplace interamente dedicato ai giocattoli stampabili online in 3D. L’azienda ToyFabb con base in Svizzera ha deciso di colmare questo vuoto e ha lanciato il primo sito focalizzato su modelli di giocattoli stampabili in 3D, garantendo al tempo stesso la protezione del copyright grazie allo streaming sicuro dei file di progettazione. I designer possono scegliere se permettere ai consumer di scaricare il file STL o se trasmettere il g-code alle loro stampanti.

snake3_3dprinted_toyfabbI consumatori non ricevono i file di progettazione. Ma basta che connettano le loro stampanti 3D e premano “Avvia stampa 3D”, come afferma il co-fondatore di ToyFabb Jochen Hanselmann.

“Abbiamo voluto costruire una piattaforma per tutti i designer che sono totalmente ignorati dall’industria nonostante le loro incredibili creazioni. Pensiamo che ci sia un potenziale enorme là fuori. E la stampa 3D è la tecnologia ideale per rendere disponibile questo potenziale”, dice Jochen. Il quale sostiene che la squadra ha in realtà preso in seria considerazione l’idea di partnership con i grandi produttori: “In realtà, quando abbiamo iniziato volevamo costruire la piattaforma sia per il B2C (business to consumer) che per il C2C (consumer to consumer). Poi abbiamo deciso di concentrarci sui designer di giocattoli indipendenti. Siamo convinti che ci sia un universo di designer e di creativi, che hanno idee fantastiche ma che non hanno ancora la possibilità di promuovere le proprie creazioni. Con ToyFabb possono condividere le loro idee innovative con un numero sempre crescente di persone che utilizzano la stampa 3D. Riteniamo che questo potenziale potrebbe avere effetti dirompenti nel settore. “

Il sito è stato appena lanciato e sta già affrontando la stessa sfida che molti altri mercati rivolti ai progetti 3D stampabili devono fronteggiare: la necessità di ulteriori modelli per arricchire la piattaforma. Al momento ce ne sono solo quattro ed è stato organizzato un contest per invitare i designer a collaborare, presentando i propri file STL entro settembre 2014.

3d-printing-toyfabb-current-modelsIl vincitore di ciascuna categoria di giocattoli riceverà 100 dollari in premio, mentre tutti i progetti potranno essere venduti attraverso la pagina personale di ogni designer (per cui ricevono il 70% di ogni modello 3D venduto). Un progetto che ci piacerebbe vedere su ToyFabb (anche se potrebbe richiedere stampanti 3D da casa) è il Modarri, una macchinina stampata in 3D che purtroppo non ha raggiunto il suo obiettivo di finanziamento su Kickstarter.

Abbiamo chiesto a Jochen in che modo potrebbero attirare più designer. Ci ha risposto che: “Il successo per noi non è solo una questione di quantità di modelli disponibili. Vogliamo attirare i migliori designer di giocattoli, fornire modelli unici e processi affidabili e ricevere un alto tasso di soddisfazione da parte del cliente.” Comunque, per quanto riguarda la capacità di attirare nuovi designer l’approccio è duplice: “Dal momento che ToyFabb è la prima piattaforma specializzata nei modelli stampabili in 3D, il nostro obiettivo è quello di essere il punto di riferimento per tutti i progetti di alta qualità che possono essere stampati sulle stampanti 3D consumer più comuni. E, in secondo luogo, ToyFabb attira i designer di giocattoli professionisti garantendo un modo sicuro per condividere e vendere le loro creazioni. La protezione della proprietà intellettuale è un grande valore aggiunto per i designer “

turtle_toyfabbJochen ha anche promesso molte sorprese per le prossime settimane e i prossimi mesi: “Abbiamo in programma tutta una serie di nuove funzioni che presenteremo gradualmente per rendere ToyFabb ancora più allettante. In futuro, per esempio, ci sarà una funzione che permetterà ai clienti di personalizzare e individualizzare i modelli 3D online prima che gli utenti li producano. “

Se il modello di Toyfabb avrà successo, è probabile che vedremo molte altre aziende di giocattoli coinvolte, come è successo con Hasbro e la 3D Systems. Certo, le persone che trarranno pienamente vantaggio dalle possibilità di ToyFabb forse non sono ancora nate. Ma del resto, il sito sarà perfettamente in grado di soddisfare tutte le loro richieste di giocattoli stampati in 3D solo quando avranno l’età per usarli.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s