Il futuro della stampa 3D consumer parte da colorFabb?

Durante il mio viaggio attraverso in Olanda (paese meravigliosamente ospitale, civile e avanzato) ho visitato Fab Lab all’avanguardia, i produttori di stampanti 3D desktop in piena crescita, magici negozi di stampa 3D, una casa (o meglio parti di una casa) stampata in 3D e persino un laboratorio di biostampa 3D. Da ognuno di questi luoghi sono ripartito più convinto che sarà un elemento specifico a determinare quanto velocemente queste aziende e questi si evolveranno: i materiali.

Nella industria “tradizionale” della manifattura additiva è un concetto ben noto e discusso, ma osservando i possibili sviluppi futuri della stampa 3D (cioè consumatori e bioingegneria) diventa ancora più chiaro. Così la mia ultima visita in Olanda è stata a una delle società che di fatto è al centro del nuovo mondo della stampa 3D. Questa è colorFabb, fondata da Ruud Rouleaux all’inizio del 2013, come spin-off della sua Helian-Polymers società di trading commerciale nel settore delle plastiche. Produce filamenti e il quartier generale è a Venlo, una bellissima ed accogliente cittadina vicino al confine con la Germania.

colorFabb-filament-stampa3d01

La storia recente di colorFabb è simile a quella di tante altre giovani aziende di stampa 3D. Quella che era iniziata come una semplice idea si è trasformata rapidamente in una valanga inarrestabile e una tempesta di richieste. In pochi mesi colorFabb è diventata il focus principale della società madre, e l’intera operazione è stata spostata in uno spazio molto più ampio, con nuove linee di produzione e un team in espansione.

Mi incontro con Sander Strijbos, che è stato con colorFabb fin dall’inizio. Segue le attività di vendita e marketing e – come si può immaginare – è molto occupato. Eppure ha trovato il tempo per venirmi a prendere alla stazione di Venlo e raccontarmi dei loro recenti sviluppi e dei progetti futuri.

colorFabb-filament-stampa3d16

Prima di sederci a parlare visito il reparto di collaudo dei nuovi filamenti, pieno di stampanti 3D che coprono l’intero panorama della stampa 3D desktop. Vedo Leapfrog Creatr, Ultimaker 2 e Ultimaker Original (siamo in Olanda), una BeeVeryCreative, una Replicator 2, una RepRap, una stampante 3D commerciale di base commerciale e una Delta molto grande. Sono colpito dalla qualità delle stampe che vedo intorno a me e mi rendo conto, ancora una volta, che i materiali fanno la differenza. Quello che veramente mi impressiona, però, è un oggetto stampato utilizzando il nuovo filamento bronzeFill che ColorFabb ha presentato alla recente FabCon che si è tenuta a Erfurt, in Germania, lo scorso maggio. Non sembra termoplastico, assomiglia davvero al bronzo reale. Dà la sensazione del bronzo e, cosa forse ancora più impressionante, pesa come il bronzo.

“Sviluppiamo tutto in casa”, spiega Sander. “Ruud [Rouleaux] è l’esperto dei materiali. Ci propone idee innovative e cerchiamo di metterle in produzione. Ha anche grande esperienza nella colorazione dei materiali”. Sander è entrato in azienda nel gennaio 2013 e poco dopo colorFabb ha lanciato il suo primo prodotto. “Da quel momento è stato come essere sulle montagne russe”, dice Sander. “La scorsa estate eravamo stupiti dal volume d’affari che avevamo raggiunto e ora lo abbiamo triplicato”.

colorFabb-filament-stampa3d08

Per soddisfare e alimentare questa domanda, il team di colorFabb, che comprende anche designer industriale Gjis Houdjik, ha trascorso la maggior parte dello scorso anno a ripensare ogni aspetto del business. “Abbiamo progettato tutto da capo”, dice Sander, indicando le pile di scatole avvolti nel cellophane e l’intero ufficio. “Non avevamo più spazio così ci siamo spostati qui due mesi e mezzo fa. Questo è il tempo impiegato per prendere la decisione e avviare la produzione”.

Insieme al woodFill (lanciato l’anno scorso al 3D Pritnshow di Londra) e il bronzeFill, il prodotto di punta di colorFabb è l’XT, un co-polimero che offre la stessa versatilità del PLA anche se è significativamente più resistente, con una temperatura di soglia vetrosa di 20° C più elevata. ColorFabb ha molte novità in serbo per l’XT, che veranno annunciate al prossimo 3D Printshow londinese.

colorFabb-filament-stampa3d11

Quello che Sander mi può dire a questo punto è che, grazie a una nuova partnership molto importante con uno dei loro fornitori di materie prime, stanno sviluppando una vasta gamma di colori per l’XT (attualmente è disponibile solo trasparente), concentrandosi sui suoi possibili utilizzi in molti nuovi campi.

I materiali di colorFabb sono generalmente più costosi di quelli generici presenti sul mercato, ma sono sviluppati per soddisfare esigenze specifiche nella stampa 3D desktop, esigenze a cui colorFabb può rapidamente adattarsi e rispondere agli attraverso la sua struttura snella, che copre l’intero ciclo di produzione. “L’esperienza di Ruud ci permette di ridurre i tempi di sviluppo, il che significa che possiamo portare nuovi materiali sul mercato più rapidamente”. La normale linea di colori di colorFabb, per esempio, è in PLA ma include include anche una percentuale di PHA per renderla più dura e meno fragile.

colorFabb-filament-stampa3d14

Una possibile limitazione alla futura espansione del colorFabb potrebbe essere la decisione di grandi produttori come MakerBot e 3D Systems di chiudere le loro piattaforme, rendendole compatibili solo con il proprio filamento. Sander non è, però, particolarmente preoccupato. “Capisco i loro modelli di business, che sono simili a quelli applicati dai produttori di stampanti 2D. Credo però che dal punto di vista del cliente, non poter accedere a nuovi materiali esotici appena escono sul mercato possa essere un limite significativo “. Quindi alla fine questa strategia potrebbe anche rivelarsi un vantaggio, nel caso in cui le piattaforme decidano di stringere accordi diretti proprio con produttori come colorFabb. Al prossimo London 3D Pritnshow a novembre ne sapremo di più: sembra decisamente che sarà un autunno caldo per la stampa 3D.

Advertisements

One thought on “Il futuro della stampa 3D consumer parte da colorFabb?”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s