Concept Laser costruisce il futuro della stampa 3D a metallo ora, in un nuovo (gigantesco) impianto

Le aziende che ho visitato nel mio viaggio attraverso i Paesi Bassi mi hanno mostrato i futuri possibili della stampa 3D: la conquista del mondo consumer e la biofabbricazione. Entrambe sono possibilità reali che iniziano ora, ma le loro promesse di produzione distribuzione, produzione personalizzata e organi artificiali distano ancora diversi anni. A Lichtenfels, in Germania, visitando Concept Laser, ho avuto modo di vedere il presente della stampa 3D. Ed è gigante

Prima di visitare la sede principale di Concept Laser a Lichtenfels, una cittadina a circa due ore a est di Francoforte, non comprendevo pienamente il panorama della stampa 3D di metalli per applicazioni industriali. Questa società, che è stata la primo a brevettare e realizzare la tecnologia di fusione laser selettiva (SLM), che ha chiamato LaserCUSING (una combinazione di CONCEPT Laser e la parola inglese per FUSIONE), può oggi essere considerata uno dei leader – se non il leader – di mercato nella stampa 3D delle polveri metalliche. Negli ultimi anni le sue entrate sono aumentate dal 30% al 40% all’anno in anno e sono ormai vicine a 40.000.000 €, con quasi 100 stampanti 3D industriali venduti ogni 12 mesi

m2 cusing - concept laser

Queste sono macchine che costano tra € 150,000 e € 1,5 milioni. Partono dall’Mlab Cusing, grande più o meno come un frigorifero, passano attraverso l’M1 Cusing per compnenti e l’M2 Cusing (per il trattamento sicuro di materiali volatili), fino alla gigantesca X line 1000R, che è grande come una piccola casa e ha recentemente stabilito un record per il  componente in metallo stampato in 3D come unico pezzo. La società sta già prendendo ordini per il 2015 e prevede un altro anno in crescita di almeno il 30%, il che significa che tra 120 e 130 sistemi saranno venduti nei prossimi 12 mesi.

Per alimentare questa domanda, Concept Laser – che fa parte della più ampia Hofmann Group Innovation – sta aprendo, oltre alla nuova sede in Cina, un altra controllata negli Stati Uniti. Queste si aggiungono a partner distributivi nella maggior parte dei principali paesi industrializzati, tra cui Regno Unito, Italia e Corea del Sud, a una struttura di ricerca e sviluppo in Repubblica Ceca, e a uffici commerciali in Turchia e in varie parti dell’Asia. La società, che è stata fondata nel 2000, ora ha oltre 80 dipendenti, con circa 300 macchine installate in tutto il mondo, che lavorano all’interno di alcune delle principali aziende al mondo nel settore automobilistico, aerospaziale, dell’elettronica di consumo del gioiello e degli stampi industriali.

Facility - concept laser

Questa rete commerciale in espansione significa anche un ulteriore aumento della domanda, che ha portato Concpet Laser a costruire un nuovo impianto di assemblaggio, largo quasi come due campi da calcio, che coprirà l’intero ciclo di produzione della macchina. Frank Herzog, lo scienziato e ingegnere che ha inventato la tecnologia LaserCUSING nei primi anni ’90, e ha fondato Concept Laser, mi ha portato in giro per il complesso nella BMW i3 aziendale, completamente elettrica (come per molte aziende di stampa 3D, anche per Concept Laser la sostenibilità ambientale è una priorità che viene attuata attraverso politiche interne)

“La crescita è stato fantastica – racconta Herzog – ma vogliamo crescere organicamente. Questo significa che abbiamo bisogno di assumere molte nuove figure professionali che hanno bisogno di essere qualificate, in modo da permetterci di produrre macchine in numeri molto elevati senza per questo sacrificare la qualità. Ci vuole un sacco di tempo e lavoro per integrare nuove persone “.

BMW - concept laser

Concept Laser ha pianificato in anticipo e ha iniziato a sviluppare un sistema di formazione efficiente dal 2008. Il reparto ricerca e sviluppo collabora con circa 30 delle migliori università tecnologiche in tutto il mondo e gli studenti di ingegneria spesso vengono qui a lavorare sui loro progetti finali o sul loro dottorato di ricerca. “In questo modo – spiega Herzog – quando vengono integrati nel personale aziendale hanno già una buona conscenza della società e siamo conosciamo loro”.

“Il mio background è in ingegneria – prosegue prosegue Herzog – e ho capito che un ingegnere vuole sempre essere in prima linea nell’innovazione, vuole vedere il futuro. Per molti di loro, Concept Laser è esattamente il luogo dove vogliono essere perché gli permette di lavorare sui migliori progetti in settori avanzati come quello medico o aerospaziale “.

m1 cusing - concept laser

Il futuro appare brillante, con un sacco di novità in arrivo, dall’integrazione di un doppio laser a una gamma sempre crescente di materiali compatibili. La sfida principale in questo momento è restare al passo con la domanda, ma Frank Herzog ha già una chiara idea della direzione che le prossime evoluzioni seguiranno.

“L’aumento della produttività per gli strumenti è uno sviluppo probabile – spiega – anche se non credo che la questione si porrà per almeno un paio di anni. Le nostre macchine additive già producono ad un tasso molto più elevato rispetto alle tecnologie tradizionali”. La maggiore produttività sarà possibile anche grazie a sistemi laser sempre più avanzati.  L’aspetto più complesso non è ottenere un laser più potente, quanto implementarlo seguendo i parametri di ogni sistema.

“Quando Concept Laser è nata c’era un solo tipo di laser sul mercato”, il signor Herzog ricorda. “Ora ce ne sono così tanti tra cui scegliere, fino a 2 kW. Lo sviluppo nel mercato dei laser è così dinamico che per noi è solo una questione di integrazione. Tuttavia è necessario dedicare molto tempo e ricerca per regolare tutti i parametri della macchina e semplicemente oggi non c’è abbastanza domanda per velocità superiori a quelle attuali”.

Gold - concept laser

L’altra grande questione che Concept Laser – come tutte le aziende di stampa 3D – si trova ad affrontare riguarda lo sviluppo dei materiali. Qui le possibilità sono infinite. “Attualmente abbiamo circa 20 materiali con cui possiamo lavorare ma ce ne potrebbero essere molti di più e potremmo anche sviluppare le nostre leghe”. La tecnologia SLM ha meno restrizioni rispetto all’SLS sul tipo di materiali che possono essere impiegati, persino l’oro. “Abbiamo già stampato in 3D con successo anche i metalli preziosi”, conferma Herzog, “anche se ci vorrà ancora del tempo prima che il loro utilizzo possa avere un senso da un punto di vista commerciale”. I vari tipi di titanio, l’acciaio inox, l’alluminio, le leghe di nichel, cromo-cobalto, bronzo e il titanio pure dovranno bastare per il momento.

La mia impressione è che la storia di Concept Laser  non sia così diverso da quella delle altre società più piccole che ho visitato, solo su un livello completamente diverso. Tutto è iniziato con la visione creativa di una persona ed è esplosa in un vortice di domanda e crescita esplosiva. Proprio come per molte altre società di stampa 3D le priorità dell’azienda sono la qualità, la sostenibilità, la continua scoperta tecnologica e il progresso. Se Concept Laser è il presente di stampa 3D, il futuro si preannuncia brillante.

Feature

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s