Le case possono aspettare, intanto ecco il castello stampato in 3D

Quello delle case stampate in 3D in cemento è senza dubbio uno degli aspetti della stampa 3D che più scatena l’immaginazione e l’entusiasmo. I precursori di questa particolare categoria di stampa 3D, gente come Enrico Dini di D-Shape, gli evangelisti del Contour Crafting, o gli architetti di DUS Architect che stanno stampando la Canal House ad Amsterdam, però, sembrano essere rimasti un po’ indietro. Mentre in Cina stampano 10 case in 24 ore, infatti, la Canal House, al momento, è composta solo da alcuni (spettacolari) muri di plastica.

DUS canal house

Una nuova generazione di inventori in Italia, Cina, Slovenia e Sud Africa sta dimostrando che stampare in 3D un’intera casa in cemento (o fango) non è poi così difficile e le prime stampanti 3D di case potrebbero arrivare a brevissimo sul mercato a costi intorno ai 20.000 dollari. Certo, non stiamo ancora parlando di stampare in 3D dei grattacieli ma la tecnologie sembra essere totalmente scalabile e, per dimostrare che è anche totalmente fattibile, un americano del Minnesota, Andrey Rudenko, ha stampato in 3D un castello, proprio nel suo giardino di casa.

castle4

Rudenko aveva già mostrato la sua stampante 3D lo scorso aprile, annunciando di voler costruire una casa di due piani. Per testare la macchina ha creato questa struttura dall’aspetto medievaleggiante. Lo ha fatto per dimostrare di essere già in grado di costruire in cemento una struttura completa, abitabile, senza che questa collassasse su sè stessa durante l’estrusione e tenendo conto delle complicazioni aggiuntive legate a stampare in 3D all’aperto (con temperature e condizioni meteo variabili).

La parte del castello più scura è alta circa 50 cm ed equivale a 8 ore di lavoro della macchina. Rudenko è convinto di poter stampare anche sezioni più alte (fino a un metro quando la temperatura è sufficientemente elevata), in una singola sessione ma non ha voluto spingere il limite in qeusta prima fase. Il suo prossimo obiettivo è stampare in 3D la sua nuova casa e, a giudicare dalla qualità raggiunta con questo primo progetto, dovrebbe essere assolutamente alla sua portata.

castle5

Advertisements

One thought on “Le case possono aspettare, intanto ecco il castello stampato in 3D”

  1. Ci sarebbero un paio di cose da chiedersi. La gabbia d’armatura? In zona sismica o laddove serva una trave occorre inserirla. La resistenza alle intemperie? Il materiale esposto è degradabile? Regge al gelo? In ogni caso interessante.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s