Vaso stampato in 3D a forma di Pokemon rimosso da Shapeways per violazione di copyright

Le aziende di videogiochi sembrano non voler imparare dai propri errori. Quando il mondo passò dai supporti fisici ai download digitali ci sono voluti anni prima che implementassero sistemi efficaci per scaricare i gioco in modo legale per offrire un’alternativa reale alla pirateria. La scusa era che non si poteva competere con i videogiochi gratis e invece non era vero, il problema (per chi può) non è mai pagare, è avere quello che si vuole subito e con facilità.

FEATURE copia

Invece i publisher di software hanno continuato a perseguire legalmente i trasgressori prima di rendersi conto che tutto quello che dovevano fare era offrire un servizio migliore. Ora che il mondo si sta muovendo dal 3D digitale al al 3D fisico, le stesse aziende si ostinano ancora a perseguire i trasgressori del copyright, invece di abbracciare la nuova evoluzione della tecnologia. Dopo aver chiesto e ottenuto che un design ispirato ai Pokemon venisse rimosso dal negozio online Shapeways, Nintendo è diventata l’ennesima società di videogiochi a scivolare nelle vecchie abitudini.

La prima che ricordo è stata Square Enix, un altro grande editore di videogiochi giapponese, che ha fatto rimuovere alcune bellissime action figure ispirate a Final Fantasy dal sito web del fornitore di servizi di stampa 3D olandese-americano. Questa volta la frustrazione di Nintendo (forse derivante anche dagli ultimi, deludenti dati di vendita) è stata Claudia Ng, che ha creato un modello da stampare in 3D per un vaso ispirato da Bulbasaur (un personaggio dell’assurdamente popolare videogioco, giocattolo e merchanding franchise di Nintendo).

THINGIVERSE copia

Polygon riporta che il progetto è diventato virale dopo che Claudia l’ha postato su Reddit e Thingiverse (infatti mi ricordo di averlo visto nel mio feed Facebook, ma non ho prestato molta attenzione visto che non sono mai stato un grande fan dei Pokemon), e poi di nuovo quando ha creato un modello migliorato e l’ha pubblicato sul negozio di Shapeways.

Come Ng ha rivelato, Shapeways ha ricevuto un ordine di “cease and desist” (un termine marziale americano per indicare l’obbligo di cessare immediatamente l’attività contestata) per violazione di copyright. Shapeways ha naturalmente eseguito, come da sua policy. Ng ha anche detto che le è stato chiesto di restituire tutti i soldi associati al suo modello e che Shapeways non stamperà o spedirà gli ordini degli ultimi giorni “.

bulbasaur_planter copia

Le leggi sul copyright sono estremamente confuse e altamente interpretabili, con la stampa 3D che potrebbe scoperchiare un potenziale Vaso di Pandora di piccoli casi di violazione di copyright come quello di Claudia Ng, in questo caso reso più visibile dall’enorme seguito dei Pokemon.

“Ho pensato che l’oggetto sarebbe rientrato nella definizione di lavoro derivato e trasformativo”, ha detto Ng. “Non sono un avvocato … ho solo immaginato che sarebbero andati a contestate altri designs più ovviamente contraffatti.”

In effetti l’ampia disponibilità di modelli potenzialmente in violazione di copyright è già palese, anche se la stessa Ng ammette di essersi ispirata al suo “starter Pokemon” preferito. “La sua non-genericità ha coinvolto moltissime persone che non sono fan di Pokemon”.

Se questo sia sufficiente a dterminare una violazione di copyright sarà deciso da un giudice o da un un imminente possibile incontro tra Ng e gli avvocati di Nintendo. Una cosa è sicura: se non fosse per Ng e la stampa 3D non avrei idea di cosa fosse un Balbasauro.

1 copia

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s