Modla ricrea le All Star per fare la storia della stampa 3D

Forse non lo sapete ma le Converse, cioè le All Stars, negli USA si chiamano anche “Chuck Taylors”. Come quella di altri grandi prodotti di culto, la loro forma è rimasta sostanzialmente invariata. Non potendone cambiare la forma Converse, che oggi è una divisione della Nike Inc, ha sempre posto una grande attenzione alla personalizzazione dei suoi prodotti, permettendo ai propri clienti di progettare i propri modelli, anche on-line.

Mentre i colori possono certamente rendere una scarpa unica, la stampa 3D può renderla davvero speciale così, anche se, probabilmente non sarà indossatada nessuno, il team di Modla ha utilizzato le Chuck Taylors come ispirazione per la loro seconda collaborazione con l’artista Damilola Odusote:  Sneaker Art

modla_5

Su richiesta di Converse, lo studio di Jon Fidler ha lavorato insieme a Damilola Odusote per creare una scultura concettuale basata sulle influenze culturali che hanno ispirato il modello originale. Proprio come avevano fatto per il loro primo progetto, le Nike Air Force 1, hanno studiato la storia della scarpa, dal suo ruolo di sneaker più popolare d tutti i tempi nel mondo del basket al suo utilizzo da parte dei piloti nella Seconda Guerra Mondiale, fino alla sua adozione da parte della cultura Rock n Roll.

modla_9

Come per la precedente collaborazione, Odusote ha disegnato l’idea in 2D, fornendo la base a Fidler per creare il modello 3D digitale in SolidWorks e per poi stamparlo in nylon attraverso la tecnologia SLS. Insieme al valore artistico indiscutibile del loro lavoro, Modla è un esempio di come la stampa 3D può servire per le operazioni di marketing e band promotion da parte di grandi società come Nike e Converse.

Damilola SketchLR

Le Converse (aka All Stars, alias Chuck Taylors) sono state prodotti nel lontano 1917, e il primo a usarle è stato proprio Chuck Taylo,r per insegnare le basi della pallacanestro negli Stati Uniti, svolgendo così un ruolo fondamentale nel renderla lo sport globale che è oggi. Sembra giusto che quelle stesse scarpe da ginnastica possono ora svolgere un ruolo altrettanto importante nel contribuire ad aumentare la consapevolezza globale della stampa 3D.

feature

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s