Additively aggiunge nuovi modelli di business al suo database di 3D printing service

Un buona parte dell’innovazione, nel settore della stampa 3D, proviene dal basso; cioè: gli utenti finali e quelli che ora hanno accesso a macchine professionali per la prototipazione a costi accessibili. Un tasso ancora più veloce di innovazione è quello che si sta sviluppando a livello professionale e industriale. Per rendere tutte queste tecnologie in rapida evoluzione più accessibili ai professionisti, la start-up svizzera Additively ha creato una rete internazionale di prototipatori rapidi. Un’azienda – o un suo reparto specifico – devono solo caricare un modello 3D sul sito di Additively e il sistema si occuperà di ottimizzare costi e tempistiche per ottenere il modello 3D stampato.

quotation

“La manifattura additiva è spesso composta da processi così nuovi e diversi che, molte volte, soprattutto nelle aziende più grandi, i vari reparti non comunicano tra loro in modo lineare e ognuno segue una strada diversa per ottenere prototipi e componenti stampati”, afferma Fabian Matthias Baldinger, co-fondatore di Additively. “Attraverso il nostro servizio – ci spiega – saranno in grado di avere un unico punto di contatto per tutte le loro esigenze aziendali di stampa 3D. Noi ci assicuriamo che ottengano il servizio più adatto per ogni componente.”

A questo fine Additively ha creato un elenco che comprende oltre 300 fornitori di servizi di stampa 3D provenienti da tutta Europa, Asia e Nord America. Mathias ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’ETH, l’Università Tecnologica di Zurigo nota in tutto il mondo, studiando Economia e Commercio e, specificamente, come la stampa 3D possa contribuire ad affrontare i problemi della supply chain (catena di approvvigionamento).

Nel primo dei nuovi modelli di business di Additively, i fornitori di servizi di stampa 3D saranno inseriti gratuitamente nella banca dati e tutte le loro informazioni saranno accessibili agli utenti che navigano sul sito. Chi sottoscriverà un piano di abbonamento premium sarà in grado di ricevere i contatti di nuovi clienti.

price compare 2Matthias e il suo team hanno inizialmente caricato una serie di aziende di prototipazione, per poi lasciare il loro database aperto, mettendo a disposizione un modulo che ogni nuova azienda può compilare per essere inserita nel sistema – in modo simile a LinkedIn, ma specifico per i fornitori di servizi di stampa 3D . Gli utenti possono esplorare il database, selezionando le tecnologie, i materiali e il paese desiderato o possono semplicemente caricare le loro parti da stampare e lasciare che il team di Additively trovi il miglior service provider per loro. “Abbiamo cercato di renderlo il più possibile accessibile in modo che le aziende potessero aderire senza ostacoli. Il nostro obiettivo principale è quello di selezionare i fornitori di servizi più adatti per ogni lavoro e guadagnarci le commissioni aiutando le aziende a ridurre i costi.”

Il secondo modello di business implementato da Additively è relativo al servizio offerto agli utilizzatori finali di parti stampate in 3D. “Ogni volta che hanno bisogno di un servizio, saranno in grado di caricare semplicemente il file con una singola interazione,” spiega Matthias, aggiungendo che Additively può lavorare con ogni cliente per aiutarli a creare una comunità di stampa 3D all’interno dell’azienda. “Abbiamo implementato questo sistema presso ETH in modo che i vari dipartimenti potessero ottimizzare le proprie risorse e offrire servizi di stampa 3D anche ai ricercatori e agli studenti all’interno dell’università.”

databaseA causa della relativa novità della stampa 3D come tecnologia di produzione, ci sono ancora molte aree di miglioramento. Le aziende hanno bisogno di utilizzare tecnologie e servizi diversi per ogni tipo di componente e i prezzi possono variare enormemente. “Per esempio, se un’azienda deve far stampare 100 parti, ma possono riceverli nel corso di un periodo prolungato di due mesi, il prezzo sarà considerevolmente più contenuto,” sottolinea Mathias.

Additively è anche uno strumento per valutare l’incremento nell’utilizzo della stampa 3D e Matthias dice che è stato considerevole. “Le aziende la stanno iniziando a implementare realmente nella loro capacità di produzione e questo le sta aiutando a scoprire le nuove possibilità che, a loro volta, richiedono un’adozione sempre più ampia della stampa 3D.” Oggi, il servizio di Additively è rivolto principalmente ai paesi di lingua tedesca e principalmente per i settori della tecnologia medica, ingegneria e manifattura industriale; tuttavia, il business della società svizzera si sta allargando anche ad altri paesi.

“I fornitori di servizi sono in genere molto veloci e abbiamo sviluppato un flusso di lavoro ideale che consente loro di fornire preventivi veloci, utilizzando un modulo standard. Questo è un vantaggio anche per i clienti, che possono confrontare facilmente i diversi servizi e scegliere quello che è meglio per loro,” Matthias conclude. Come l’industria additiva in generale anche Additively cresce in modo “additivo”, aggiungendo nuovi strati alla sua offerta: esistono altri modi per crescere?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s