Il “3Dfilo-diretto” dal software alla stampa 3D passa per i consumabili di qualità

Sono tre gli aspetti principali che consentono di passare da un’idea a un oggetto finito. S’inizia dal software per disegnare il modello 3D e si finisce con l’hardware per la stamparlo in 3D. In mezzo ci sono i materiali che compongono l’oggetto e, tanto quanto tutti gli altri aspetti (se non addirittura di più), ne determinano la qualità finale.

Creata nel 2013 da Softx, una società trevigiana che opera dal 2008 nel campo dell’IT, 3Dfilo ha scelto di entrare nel nuovo mercato della stampa 3D puntando proprio sui consumabili. Non come uno tra tanti produttori ma offrendo un servizio ad hoc che potesse offrire un valore aggiunto a tutti coloro che utilizzano questa tecnologia. L’azienda si è quindi dedicata interamente a ricercare e testare tutti i materiali consumabili per le stampanti 3D: oggi si tratta soprattutto di filamenti ma l’offerta è destinata ad ampliarsi in futuro per includere anche resine e polveri. ingranaggi “In un certo senso abbiamo provato a ripercorrere la strada intrapresa dalla stampa 2D con toner e cartucce,” spiega il titolare Massimo Favaretto, “ e ci siamo orientali verso il segmento dei consumabili. Nel primo anno e mezzo della società abbiamo studiato tutti i diversi materiali e i principali produttori proponendoci come hub italiano per il filamento di qualità. Crediamo che la produzione di filamento sia appannaggio di chi possiede già un forte know how nella produzione di polimeri e che convertono le parte delle loro linee produttive verso le bobine per la stampa 3D. Noi ci limitiamo a provare tutti i materiali e a sottoporli a test molto approfonditi per essere in grado di offrire ai nostri clienti i prodotti che offrano il miglior rapporto tra qualità e prezzo”.

La mission aziendale può essere riassunta in quattro punti principali che ruotano intorno al concetto centrale di valutazione del prodotto a 360 gradi. Il primo punto riguarda la ricerca dei diversi fornitori nazionali e internazionali. Per essere selezionate queste aziende devono offrire dei requisiti minimi in quanto a esperienza, gamma di materiali disponibili, certificazioni e specifiche garanzie contrattuali. Il secondo aspetto riguarda, invece, una valutazione dell’intero processo di acquisto. 3Dfilo si occupa di effettuare ordini campione dai rivenditori selezionati valutandoli in base alla rapidità della consegna, alla qualità del packaging, all’aspetto estetico e all’efficienza nel gestire eventuali resi. 3dfilo Entrambi questi processi sono finalizzati al terzo passaggio, cioè la valutazione oggettiva e approfondita dei materiali stessi. Per questo 3Dfilo ha formato una partnership con la società Dogma Solutions. Attraverso test di stampa effettuati con svariate metodologie viene valutata la qualità di stampa. Non si tratta solo di stampare piccoli oggetti: ogni filamento viene sottoposto a dei veri e propri “stress test”, per far emergere qualsiasi possibile problematica.

3Dfilo si occupa di fare un primo screening ma i test veri e propri vengono condotti da Dogma Solutions che – come Softx – proviene dal mondo dell’IT e vanta un forte background in campo metalmeccanico e ingegneristico. Quando un prodotto è stato approvato può essere commercializzato. 3Dfilo vuole essere un punto di riferimento per il materiale plastico in Italia. “Nel momento in cui un cliente acquista da noi ha la garanzia che troverà il miglior prodotto possibile dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo,” spiega Favaretto: “Se avrà un prezzo alto vorrà dire che sarà un prodotto di alto livello qualitativo e, viceversa, se prezzo il prezzo sarà basso vorrà dire che è la migliore qualità disponibile sul mercato per quella cifra.” clips Al momento sono presenti tra gli 8 e i 10 colori di filamenti in PLA e ABS e numerose altre termoplastiche, tra cui anche nylon, HIPS, wood e TPU. “Ammortizziamo acquistando grandi volumi e gli eventuali margini servono per incrementare le attività di testing,” spiega Favaretto. “Per noi si tratta di un investimento produttivo: grazie alle nostre ricerche siamo stati in grado di individuare prodotti a prezzi più competitivi che offrivano performance migliori in termini di qualità rispetto a filamenti molto più noti e accreditati.”

L’azienda si appoggia sulle due sedi di Softx in Veneto e in Toscana e al momento è interamente gestita da un team che segue collettivamente customer service, logistica, marketing, acquisti e vendite. I prodotti 3Dfilo vengono spediti via corriere espresso e vengono consegnati generalmente entro tre giorni lavorativi, in sacchetti di nylon sottovuoto con bustina anti-umidità oppure con un packaging più commerciale – in scatola bianca – per volumi più elevati. 3Dfilo offre anche servizi di packaging personalizzato e di ri-brandizzazione dei prodotti per la vendita all’ingrosso. Favaretto rivela che il business è in forte crescita, con incrementi significativi anche di mese in mese. busto “Ritengo che ritengo che ci possa e ci debba essere crescita e mi auguro che la stampa 3D non rimanga appannaggio del mondo professionale ma arrivi davvero anche al consumer. Prima o poi – aggiunge – ci sarà un bivio e vedremo se la tecnologia sarà pronta per arrivare al pubblico allargato.” Perché questo accada Favaretto sostiene che la stampa 3D debba diventare più accessibile.

“Ci siamo fatti un bel po’ di esperienza provando i materiali e abbiamo capito che spesso impostare i parametri giusti non è affatto semplice. Occorre che le grandi aziende di software sviluppino programmi più efficienti ma mi sembra che, un po’ alla volta, lo stiano facendo. Ci vuole anche un po’ di spensieratezza nell’affrontare oggi le sfide che permetteranno di creare i mercati del futuro.” Qualsiasi siano i materiali per le stampanti 3D di domani, 3Dfilo probabilmente li avrà probabilmente già testati.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s