Ora la stampa 3D si ritorce contro Katy Perry

Solo ieri vi avevamo raccontato come la cantante americana Katy Perry avesse usato la stampa 3D professionale di Stratasys, sia la tecnologia polyjet che quella FDM, per realizzare alcune delle coreografie e dei costumi del suo prossimo tour. Ora però è esplosa la notizia che gli avvocati dell’eclettica superstar hanno inviato un’ingiunzione a Shapeways per far rimuovere dal negozio online dell’utente Fernando Sosa (AKA Amzfx) le versioni stampate in 3D di “Left Shark”, uno dei costumi comparsi sul palco durante il Superbowl Halftime Show.

left sharkLo “squalo di sinistra” è diventato una super-super social media instantanea, oscurando praticamente tutti, da Katy Perry stessa ai giocatori in campo. Centinaia di migliaia di tweet l’hanno acclamato come il vero MVP della serata e, nel giro di 24 ore, Fernando Sosa ne ha creato una versione stampabile in 3D a colori per il suo negozi su Shapeways. L’artista si fa anche chiamare “Political Sculptor” ed è già noto per le riproduzioni ironiche stampate in 3D di diversi politici (tra cui Putin a forma di dildo anale) per cui ha ricevuto anche minacce di morte. Mai prima, però era stato minacciato dagli avvocati.

Il caso è destinato ad alimentare la diatriba dei diritti legati alle proprietà di oggetti consumer e non si esaurirà presto, anche se questo caso specifico non presenta particolari complessità. Infatti è molto difficile dimostrare che in qualche modo Katy Perry possa essere titolare dei diritti su un travestimento da squalo, anche perché negli USA i trasvestimenti non possono essere registrati come copyright. A quanto pare si tratta, più che altro, di un caso di bullismo

Shapeways, per politica, non fa domande e, quando riceve una lettera da avvocati rimuove automaticamente l’oggetto incriminato senza entrare nel merito della questione. Sosa ha quindi postato la lettera ricevuta sul suo account di Twitter e ha ricevuto il sostegno di migliaia e migliaia di fan, tanto che il caso è rapidamente diventato virale e ha raggiunto tutti i principali organi mediatici internazionali, inclusa la CNN.

katy perry

Chris Sprigman, un avvocato della New York University School of Law ha accettato di difendere Sosa e ha replicato agli avvocati della Perry che lei non detiene in alcun modo i diritti di merchandising di Left Shark. Il modello, intanto, è subito tornato in vendita su Etsy e, grazie alla visibilità ricevuta, sta andando a ruba. Visto che il popolo di Internet ha generalmente preso le difese di Sosa, probabilmente questa volta il caso finirà qui. Insomma sarebbe come se noi non potessimo pubblicare la foto qui sotto di Katy Perry che balla con i due squali. Ah non potremmo? Mi sa che questo non sarà l’ultimo caso.

lettera

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s