Made In Space lancia in orbita i suoi nuovi materiali

Non c’è dubbio che la stampa 3D abbia enormi implicazioni per l’esplorazione dello spazio e che Made In Space sia la prima azienda impegnata realmente a portare in orbita la stampa 3D. La società ha adottato un approccio di marketing molto saggio che, con tutta probabilità, aiuterà moltissimo a trovare i finanziamenti necessari per portare a termine il progetto – dato che ormai molti dei fondi per operazioni come queste dipendono da privati piuttosto che dalla NASA.

3DP made in space

Uno di questi progetti è la nuova gamma di filamenti targati Made In Space, una serie di materiali composti da ABS e PLA, con una rigorosa precisione dimensionale fissata a 1,75 mm e testati a gravità zero.

ABS1.75SilverSQ

Lo scopo di Made In Space è quello di spingere l’adozione della produzione additiva al fine di accelerare – al tempo stesso – l’esplorazione spaziale; anche perché in molti pensano l’unico modo per costruire astronavi e colonie spaziali dipenderà, in futuro, dalla nostra capacità di raccogliere risorse e utilizzarle direttamente in loco, anche quando ci si trova fuori dal nostro pianeta.

made in space filaments

Per raggiungere questo obiettivo il team di Made In Space ha accumulato oltre 30.000 ore di test per mettere alla prova la loro tecnologia di stampa 3D – che ora può arrivare nelle mani di tutti grazie a queste innovative bobine per circa 25 euro. Un prezzo decisamente con i piedi per terra – nonostante tutto.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s