GE scrive la storia dell’aviazione con i primi componenti aerei stampabili

I fratelli Wright hanno fatto la storia dell’aviazione per essere stati i primi uomini a volare, ora un ugello “buffo” sta facendo la storia, ancora una volta, diventando il primo componente stampato in 3D certificato dalla Federal Aviation Administration (FAA) per volare all’interno dei motori a reazione commerciali di GE. Anche se è ancora nella sua fase iniziale, il progetto è destinato ad avere un enorme impatto sulle future pratiche di fabbricazione, in quanto inaugura un’era di produzione digitale che è destinata a evolversi ancora più velocemente negli anni a venire.

GE LEAP Nozzle 3D5

Il componente metallico stampato in 3D ospita il sensore di temperatura di ingresso del compressore all’interno di un motore a reazione. Sarà il primo a essere montato sui GE90-94B, che sono tra i più potenti motori aerei in circolazione e sono utilizzati principalmente per i Boeing 777. La fase successiva vedrà ben 19 componenti stampati integrati nei nuovi motori LEAP 1A e 1B, montati sui modelli 737MAX di Boeing e sugli Airbus A320neo. Questi ugelli di carburante, insieme con le altre parti stampate in 3D, saranno inseriti persino all’interno dei GE9X, i motori più potenti mai costruiti.

CFM56-leap-engine

Come già detto, è la base per una nuova era nel settore dell’aviazione; non a caso GE e il suo partner Safran hanno già ricevuto 8.500 ordini per il LEAP e 700 ordini per il GE9X , per un totale di 135.000.000.000 di dollari – con un portafoglio in crescita del 25% nel corso degli ultimi due anni e margini di miglioramento ancora più ampi.

L’ugello del combustibile è stato usato come esempio di ciò che la stampa 3D consentirà di costruire nel prossimo futuro: invece di produrre ciascuno dei componenti separatamente, si potrà realizzare un pezzo in lega di cobalto unico usando le tecnologie al laser o a fasci di elettroni – proteggendo così le componenti elettroniche più delicate del sensore.

GE LEAP Nozzle 3D3

La stampante 3D ci ha permesso di creare rapidamente dei prototipi e di trovare il miglior design“, ha detto Bill Millhaem, General Manager per i progetti GE90 e GE9X di GE Aviation. “Abbiamo ottenuto il modello finale lo scorso ottobre e abbiamo iniziato la produzione, ottenuto la certificazione FAA nel mese di febbraio. Non avremmo mai potuto farlo utilizzando un processo di fusione tradizionale“.

GE LEAP Nozzle 3D2

Jonathan Clarke, responsabile del progetto, ha aggiunto che i risultati legati alle proprietà dei materiali sono persino superiori. E giusto per la cronaca, gli ingegneri di GE sono già al lavoro su una serie di progetti ancora non definitivamente approvati o che non comportano k’utilizzo della stampa 3D. Come i fratelli Wright hanno dimostrato, ciò che inizia come un piccolo salto può diventare un passo gigantesco col passare del tempo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s