Il nuovo Cura è arrivato per rendere la stampa 3D ancora più semplice

La nuova versione di uno dei software di slicing più utilizzati al mondo, sviluppato da Ultimaker e condiviso con la comunità open source, è stato rilasciato lo scorso 1 luglio alle ore 09:00 europee. Cura, che può essere scaricato dalla sua pagina ufficiale è stato completamente ricostruito, introducendo una serie di nuove feature e aprendo la strada a ulteriori innovazioni nei prossimi mesi.

Il nuova Cura 15.06.01 è stato costruito sulla base del nuovo framework Uranim, un nuovo sistema di plugin che offre al team di sviluppo una maggiore flessibilità per estendere le capacità di Cura con nuove funzionalità non appena saranno disponibili. Alcuni elementi della precedente versione, inoltre devono ancora essere incorporati, il che significa che nel frattempo gli utenti possono utilizzare e ricevere il supporto per la versione precedente.

cura+u

Come si può vedere da queste prime immagini, Ultimaker ha completamente ridisegnato l’interfaccia utente, rendendola ancora più semplice e intuitiva. Invece di utilizzare 3 profili predefiniti, gli utenti ora hanno accesso a un semplice slider per selezionare il rapporto desiderato tra tempo di stampa e qualità. Questo sistema è stato pensato in particolare modo per andare incontro alle esigenze di utenti che sono alle prime armi o coloro che hanno solo bisogno di preparare rapidamente un file per la stampa senza preoccuparsi troppo dei settaggi.

Gli utenti avanzati troveranno che il software è ora più configurabile, con molte nuove impostazioni aggiuntive e anche la possibilità per creare le proprie impostazioni di visualizzazione, scegliendo quali mantenere visibili e quali nascondere. L’interfaccia utente supporta anche gli schermi ad alta risoluzione per migliorare la visualizzazione del modello prima della stampa.

cura lifestyle

 

Una nuova funzione sperimentale, denominata Wire Printing, consentirà di stampare gli oggetti come una struttura di linee. Se si cambia idea – con questa o qualsiasi altra impostazione come lo spostamento o la rotazione degli oggetti – ora basterà premere semplicemente il pulsante “Undo / Redo” e il sistema ridisegnerà solo gli ultimi passaggi, riducendo il tempo necessario per creare il nuovo toolpath.

Cura 15.06.01 non supporterà più Windows XP, dal momento che anche Mirocosft ha smesso di aggiornare alcune funzionalità necessarie per la compatibilità. D’altro canto Microsoft ora sarà felice che i plugin futuri offriranno il supporto diretto per il caricamento di livelli e oggetti di Minecraft.

cura objects

Il team di Cura continua a guardare avanti e ha già annunciato l’elenco delle caratteristiche che verranno aggiunte negli aggiornamenti futuri. Queste includono la “Configurazione guidata” e “il Wizard per il livellamento del piano di stampa” per Ultimaker Original e Ultimaker Original +. Ci saranno anche una funzione “All at once e One at a time” per la stampa e il supporto per i sistemi a doppia estrusione. Inoltre i futuri plug-in includeranno il supporto per i file DAE (un formato di Sony per i file 3D) e AMF (Additive Manufacturing Format). Altri plug-in anche finalmente consentiranno anche di caricare direttamente un file GCode e utilizzare PNG, JPG e altri formati di immagine.

L’obiettivo di Ultimaker è chiaramente quello di aprire ancora di più la stampa 3D anche ai consumatori, senza però perdere per strada i professionisti e quindi senza rinunciare alla qualità. Riuscirà il nuovo Cura a “curare” i difetti di una stampa 3D consumer che ancora ha bisogno di molto supporto per decollare?

cura feature

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s